Soprintendenza per i beni architettonici e per il paesaggio e per il patrimonio storico, artistico e demoetnoantropologico

partner

La Soprintendenza per i beni architettonici e per il paesaggio e per il. patrimonio storico, artistico e demoetnoantropologico viene istituita nel 2001 con la funzione istituzionale di tutelare, conservare e valorizzare il patrimonio architettonico ed il paesaggio. Il suo compito è porre in essere ogni strumento in grado di garantire la conservazione materiale e culturale dei beni tutelati.

Conservare è anche assicurare la conoscenza, la valorizzazione e la diffusione del patrimonio architettonico e paesaggistico della nazione, così come creato dall'uomo e dalla natura nel corso dei secoli: solo la consapevolezza del suo valore può garantirne il rispetto, il senso di appartenenza e la trasmissione al futuro.

Un patrimonio costituito da architetture di importanza storica ed artistica universalmente riconosciuta, di contesti urbani enormemente stratificati, di territori di particolare bellezza. Un patrimonio che costituisce un unicum inscindibile e singolare, derivato dalla natura, dalle azioni umane e dalle reciproche interrelazioni che costituiscono i paesaggi della nostra storia.

La Direzione Generale attualmente è organizzata in 2 Servizi, come definito dal Decreto Ministeriale 17 febbraio 2006 che modifica in parte il precedente Decreto Ministeriale 24 settembre 2004 .